TORNA ALLA HOME-PAGE


SCARICA IL CATALOGO
ESTATE 2019




 
      chi siamo  |   contattaci
Dal museo Pushkin a Vicenza per la mostra "IL TRIONFO DEL COLORE. DA TIEPOLO A CANALETTO E GUARDI'" / Palazzo Chiericati / Gallerie d'Italia

1 giorno
10 marzo 2019

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 05.00, incontro con il pullman e partenza alla volta di VICENZA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Alle ore ingresso al Palazzo Chiericati e alla Mostra “IL TRIONFO DEL COLORE. DA TIEPOLO A CANALETTO E GUARDI’” con guida. MOSTRA “IL TRIONFO DEL COLORE. DA TIEPOLO A CANALETTO E GUARDI’”: i capolavori della grande stagione settecentesca dell’arte veneta patrimonio del Museo Pushkin di Mosca tornano eccezionalmente in Italia L’esposizione avrà luogo a Palazzo Chiericati, sede del museo civico e alle Gallerie d’Italia - Palazzo Leoni Montanari, sede museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza dove sarà esposta la Madonna con i santi Ludovico di Tolosa, Antonio di Padova e Francesco di Assisi di Giambattista Tiepolo, incorniciata dalla collezione di dipinti del Settecento veneto conservata nel Palazzo vicentino, tra i quali il celebre corpus di dipinti di Pietro Longhi. I dipinti provenienti dal Pushkin saranno coprotagonisti di un’affascinante narrazione con trenta opere dello stesso ambito e periodo, selezionate dall’ampio patrimonio dei Musei Civici di Vicenza, ricco di oltre 50.000 pezzi, e dal patrimonio di Intesa Sanpaolo conservato a Palazzo Leoni Montanari, sede vicentina delle Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo. Il percorso creerà un racconto capace di mettere in scena lo sviluppo dell’arte veneta del Settecento e il suo impatto deflagrante sull’arte europea, con artisti attivi in ogni angolo del vecchio Continente: apprezzati, imitati, seguiti, collezionati; abili nel muoversi in ogni ambiente ed eseguire soggetti sacri e profani che saranno modello per le generazioni successive. Si potrà fruire della bellezza delle loro opere nelle due sedi della mostra ma anche in chiese, palazzi e ville della città e del territorio. L’eccezionalità di questa mostra è data dalla possibilità di contemplare, tutti insieme, oltre cinquanta capolavori di cui una parte significativa appare sui manuali di storia dell’arte. IL PALAZZO CHIERICATI: progettato nel 1550 da Andrea Palladio per Girolamo Chiericati e acquistato poi dal comune di Vicenza, il Museo civico fu inaugurato il 18 agosto del 1855. Al piano terra del palazzo palladiano si possono notare le cinquecentesche decorazioni ad affresco impreziosite da stucchi bianchi e dorati e da motivi a grottesche. Il piano interrato, riaperto nell’ottobre 2012 grazie ad un attento restauro, ha riportato alla luce le fondamenta delle antiche “casette Chiericati” risalenti al XIV e XV secolo, oltre agli ambienti un tempo dedicati alla servitù come le cucine e le cantine, dove ancora oggi si vedono il camino, il pozzo e la suggestiva scala delle botti. GALLERIE D’ITALIA- PALAZZO LEONI MONTANARI: polo culturale e museale di Intesa Sanpaolo a Vicenza, sono allestite in una dimora seicentesca caratterizzata da un esuberante apparato decorativo di gusto barocco. Vi sono esposte al pubblico in via permanente tre collezioni d’arte appartenenti alla Banca. In due sale al piano nobile sono presentati a rotazione nuclei di vasi selezionati dalla cospicua raccolta di ceramiche attiche e magnogreche. In altri ambienti del primo piano è ospitato un corpus di dipinti del Settecento veneto, dalle piccole tele di Pietro Longhi che ritraggono con ironia e gusto aneddotico la società veneziana dell’epoca, alle opere del vedutismo: capricci e vedute di Canaletto, Francesco Guardi, e di altri artisti restituiscono gli splendori naturali e architettonici di Venezia e di altre città. Pranzo libero. Resto della giornata a disposizione per visita guidata di VICENZA. Traccia profonda vi ha lasciato l’origine romana, soprattutto sull’assetto urbanistico. Ma la sintesi, il momento unificante e caratteristico del suo aspetto architettonico, si è verificato nel Cinquecento e porta una sola firma: quella di Andrea Palladio. Dal secolo XVI in poi, Vicenza è chiamata “la città del Palladio”, non perché il sommo architetto vi sia nato, ma perché egli vi ha lasciato opere stupende e innovatrici, vi ha stampato l’orma poderosa del suo genio. Per opera del Palladio, e dei suoi discepoli e continuatori, tra cui spicca lo Scamozzi, Vicenza è diventata una perla unica, una delle più belle città d’Italia e del mondo. Nel 1994, la Città del Palladio è stata inserita nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Alle ore 19:00, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 Pax) €.80,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo - Guida per la Mostra, per Palazzo Chiericati, Galleria d’Italia e della città - Biglietto d’ingresso alla Mostra – Capogruppo.
LA QUOTA NON COMPRENDE: Altri ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti - Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”
In occasione delle mostre, consigliamo di prenotare al più presto possibile con acconto di € 40,00 a pax
Le prenotazioni telefoniche si intendono valide solo se accompagnate dal versamento dell’acconto entro 4 giorni

Il viaggio è soggetto alle condizioni contrattuali che invitiamo a leggere.


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili











       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata