TORNA ALLA HOME-PAGE


SCARICA IL CATALOGO
ESTATE 2019




 
      chi siamo  |   contattaci
FIRENZE, I capolavori di Donatello e Michelangelo al museo del Bargello / SANTA CROCE: Massima realizzazione del gotico in Italia

1 GIORNO
17 febbraio 2019

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle ore 05,30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di FIRENZE. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e visita. Gioiello di storia e architettura, il Palazzo del Bargello di Firenze fu costruito nel 1255 e fu sede del Capitano di giustizia. Oggi ospita il Museo Nazionale del Bargello, uno dei più importanti musei fiorentini che vanta nella sua collezione opere imperdibili di Donatello, Luca della Robbia, Verrocchio, Michelangelo, Cellini. Di raro pregio anche la sua raccolta di bronzetti, smalti, maioliche, arazzi, mobili e tessuti appartenute alla famiglia Medici o a collezionisti privati. Il palazzo che ospita il Museo del Bargello è un prezioso esempio di architettura medievale e uno dei più antichi edifici di Firenze. Al primo piano la scultura del Trecento fra cui il David di Donatello, capolavori di Ghiberti, Brunelleschi, Verrocchio e Luca della Robbia. Al piano terra opere del Cinquecento toscano: Michelangelo, Sansovino, Ammannati, Cellini, Giambologna. Di inestimabile pregio le raccolte al primo e secondo piano definite di “arti minori”, che comprendono opere in avorio, maioliche, smalti, oreficeria, bronzi, vetri… e il ricco medagliere mediceo. Passeggiata nel centro storico: Piazza del Duomo, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, il Campanile di Giotto, il battistero di San Giovanni, piazza della Signoria, Palazzo Vecchio, la sede comunale, la loggia della Signoria, la fontana di Nettuno, Palazzo Uguccioni, ecc… Pranzo libero. Pomeriggio dedicato alla visita del Museo di Santa Croce. Dal 2000 il Museo dell’Opera di Santa Croce comprende tutti gli ambienti e le opere dell’intero complesso – Basilica di Santa Croce, Cappella dei Pazzi, Chiostri e Museo vero e proprio. La Basilica di Santa Croce è per nascita “chiesa dei fiorentini” visto che dalla cittadinanza furono pagati i lavori di costruzione alla fine del Duecento. L’interno della chiesa è di per sé un museo: ospita numerose cappelle riccamente affrescate dedicate alle prestigiose famiglie fiorentine che ne finanziarono la costruzione e molti monumenti funebri di illustri fiorentini. Fra le tante opere contenute nella Basilica la più importante è senza dubbio il Crocifisso di Donatello, causa di una disputa fra l’artista e Brunelleschi che, trovandolo “rozzo e contadino”, volle farne uno a paragone. La chiesa ospita anche una cappella Medici, opera di Michelozzo. La Basilica di Santa Croce, da sempre adibita a luogo di sepoltura di benestanti cittadini di Firenze, divenne dall’Ottocento vero e proprio Pantheon di artisti e letterati. Michelangelo, Galileo, Leon Battista Alberti, Vittorio Alfieri, Ugo Foscolo sono solo alcuni dei personaggi che riposano nella chiesa. Il Museo dell’Opera di Santa Croce è parte integrante del complesso della chiesa di Santa Croce e dei chiostri adiacenti. Istituito come museo nel 1959 in spazi precedentemente occupati dal convento e accuratamente restaurato dopo i danni provocati dall’alluvione del 1966, ospita opere d’arte splendide di scuola fiorentina. Capolavoro assoluto della storia dell’arte è il Crocifisso di Cimabue collocato nel Refettorio trecentesco, opera simbolo del passaggio alla pittura moderna, è tristemente divenuta il simbolo della distruzione causata dall’alluvione del 1966. Arricchiscono il patrimonio del museo dell’Opera di Santa Croce anche una collezione di terracotte invetriate dei Della Robbia, una magnifica scultura in bronzo dorato raffigurante San Lodovico di Tolosa di Donatello, alcuni dipinti e arredi lignei. Capolavoro architettonico del complesso di Santa Croce è la Cappella Pazzi realizzata da Brunelleschi, un gioiello di architettura rinascimentale che vanta anche decorazioni di Desiderio da Settignano e Luca e Andrea della Robbia. Alle ore 18:30 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo in sede. Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 40 pax) € 70,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Guida intera giornata – Audioguide - Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti - Tutto quanto non specificato alla voce “La quota comprende

Il viaggio è soggetto alle condizioni contrattuali che invitiamo a leggere.


NON SONO PRESENTI ULTERIORI IMMAGINI PER QUESTO VIAGGIO

 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili











       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata