TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
RIVISONDOLI, la magia del presepe vivente richiama migliaia di appassionati / CHIETI, un mix tra architettura, arte, storia ed innovazione

1 giorno- IN VIA DI CONFERMA
5 gennaio 2020

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle 08:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di CHIETI. Arrivo, incontro con la guida e visita intera giornata. CHIETI: tra le più antiche città d'Italia, Chieti vanta un gran numero di santuari, aree archeologiche e riserve naturali di grande interesse turistico. Fondata secondo la leggenda da Achille, che la chiamò Teate in onore di sua madre, questa città, conserva tutta la bellezza dell'epoca romana e medievale. Il principale monumento della città è la sua Cattedrale dedicata a San Giustino, ma le più importanti testimonianze della storia antica dell’Abruzzo sono conservate presso il Museo Archeologico Nazionale, come la celebre statua detta il “guerriero di Capestrano” ed una statuetta in bronzo raffigurante Ercole dello scultore classico Il Lisippo; ecc. Proseguimento per la Val Pescara, seguendo il tracciato della via consolare romana Tiburtina – Valeria, accompagnati dal panorama che si apre sulla Maiella e sul Gran Sasso. Pranzo presso un ristorante tipico abruzzese. Nel pomeriggio visita di PACENTRO: suggestivo borgo abruzzese del Parco Nazionale della Maiella. Pacentro si annuncia da lontano con le torri quadrate del castello di Cantelmo – Caldora, antica fortificazione alle pendici del Monte Morrone. Costruito a protezione del paese e della valle, il castello domina dall’alto il paese, un intricato susseguirsi di case e tetti fino alla sommità della collina. Trasferimento a RIVISONDOLI. Nel periodo delle festività natalizie Rivisondoli, la nota località turistica al centro degli Altipiani Maggiori d'Abruzzo, diventa palcoscenico naturale per il "Presepe Vivente" più antico e conosciuto d'Italia, la prima edizione venne infatti realizzata nel 1951. Alle ore 18.00 si terrà questa manifestazione religiosa, culturale e di costume di rilievo nazionale, unica nel suo genere, con grande partecipazione popolare. La vestizione dei figuranti si tiene nella piccola chiesa del Suffragio da dove il corteo sfila per raggiungere la chiesa parrocchiale, con la celebrazione della funzione religiosa alle ore 11.00. Puntualmente ogni anno il presepe si svolge in uno scenario montano, tra le cime innevate dei monti che delimitano il Parco Nazionale d'Abruzzo e della Majella. La tradizione vuole che il Bambino Gesù sia l'ultimo nato del paese, mentre a vestire i panni della Madonna una giovane ragazza del paesee. La manifestazione si svolge come da racconto evangelico. Le figure classiche del Presepe animano la scena: i pastori scendono dai monti vicini, le donne in costume muovono dalle case del paese, arroccato alle falde del Monte Calvario, e i Re Magi arrivano da lontano, su un paesaggio di neve. In una capanna illuminata da un fascio di luce e sovrastata da un Angelo, Maria e Giuseppe si prendono cura del Bambino. Un teatro fantastico, surreale, ma naturale, rischiarato dalla morbida luce delle fiaccole: una voce fuori campo guida lo spettatore e una curata colonna sonora stempera il freddo di una notte piena di fascino e mistero tra i monti d'Abruzzo. Una sequenza di immagini e di azioni sceniche che suscitano emozione. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) €. 85 .00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Servizio Guida- Pranzo in ristorante tipico abruzzese – Bevande ai pasti - Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce "la quota comprende"

Il viaggio è soggetto alle condizioni contrattuali che invitiamo a leggere.



 






       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata