TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
Nella terra dei Sanniti a suon di campane e zampogne ...AGNONE e l'Antica Pontificia Fonderia di Campane / CASTELPETROSO, borgo molisano con uno splendido santuario / PIETRABBONDANTE, il fascino di una storia lunga millenni

1 giorno
19 luglio 2020

Programma

Appuntamento dei partecipanti alle 05:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta della Castelpetroso. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite. Il piccolo borgo di CASTELPETROSO con poco più di mille abitanti, sorge sulla cima di un colle tra le valli Bojano e Carpinone. Il vero simbolo di Castelpetroso è La Basilica Santuario di Maria Santissima Addolorata. A vederlo da lontano sembra un castello fiabesco, una struttura immensa e affascinante incastonata in una valle verde, e man mano che ci si avvicina la vista diventa sempre più emozionante. Si tratta, infatti, di un luogo importante non solo dal punto di vista religioso, ma anche architettonico. Semplice la sua forma, ma allo stesso tempo grandiosa, in stile neogotico. Divenne meta di pellegrinaggio dopo che nel 1888 la Vergine apparve a due contadine. Un luogo del Molise da visitare, e da vivere con gli occhi e con il cuore. Proseguimento per la visita dell’ area archeologica “Bovianus Vetus” di PIETRABBONDANTE che conserva i resti di quello che fu probabilmente il più importante santuario dei Sanniti. Il complesso di Pietrabbondante – costituito da un teatro, un tempio e due edifici di servizio posti ai fianchi di quest’ultimo – veniva utilizzato per i culti religiosi e per le riunioni del senato. Il teatro, infatti, non era utilizzato solo per spettacoli, ma accoglieva le più importanti riunioni dei capi delle diverse tribù sannite che, sia pure fieri ciascuno della propria indipendenza, avevano ben compreso l’importanza dell’unità dei rispettivi popoli in occasioni speciali, quali le guerre contro Roma: non a caso, forse, i Sanniti furono gli unici che riuscirono a tenerle testa a lungo.Pranzo presso il Caseificio Nucci, che produce i formaggi tipici della civiltà della transumanza dal 1662. Proseguimento per AGNONE, caratteristico centro dell’alto Molise ricco di opere d’arte, di artigianato e gastronomia tipica. Visita alla più ANTICA PONTIFICIARIA FONDERIA DI CAMPANE del mondo con spiegazione da parte di un esperto artigiano delle diverse fasi della lavorazione delle campane con le antiche e suggestive tecniche della fusione del bronzo. Visita del caratteristico centro storico di Agnone. Ammirazione particolare destano le vie , le viuzze, i vicoletti del nucleo primitivo, adornati da leoni rampanti, da portoni con lavorate ed eleganti chiavi di volta e numerose caratteristiche botteghe veneziane, usate dai non pochi orafi che appresero l’arte della filigrana dai veneziani nell’ XI secolo. Ad Agnone vi sono anche numerosi palazzi antichi tra cui spiccano il palazzo Bonanni, il palazzo Nuonno, il palazzo Appollonio, inoltre molto caratteristiche sono le sette porte che permettono l’accesso al centro storico. Ultimata la visita, partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (Min. 40 Pax) €. 90.00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Servizio Guida intera giornata - Pranzo in caseificio, bevande incluse –Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: – Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Tutto quanto non indicato alla voce "la quota comprende"



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |