TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
La montagna incantata… MONTE AMIATA / ARCIDOSSO / SANTA FIORA / CASTELPIANO / GIARDINO DI SPOERI / RADICOFANI / ABBADIA SAN SALVATORE / PIANCASTAGNAIO

2 giorni
1 agosto 2020 - 2 agosto 2020

Descrizione

Terra di minatori e boscaioli, terra fertilissima che nutre 1300 qualità di piante e la faggeta più grande d'Europa. Antico vulcano, venerato dagli Etruschi come l'Olimpo, che con il suo calore alimenta ancora oggi le sorgenti termali dove sgorgano acque curative. Il Monte Amiata, la "montagna madre", è una terra ancestrale e misteriosa, verdissima d'estate, innevata d'inverno, ricca di borghi che hanno conservato tradizioni ormai dimenticate: paesi dove il passato non è solo un ricordo da omaggiare ma una realtà concreta, da vivere ogni giorno. Visitare questa montagna solitaria che divide la Maremma dalla Val d'Orcia preparatevi a scoprire un mondo incantato che non dimenticherete facilmente e stati attenti: l'Amiata dà assuefazione.

Programma

1° Giorno–PARTENZA / MONTE AMIATA: ARCIDOSSO – SANTA FIORA – CASTELPIANO – GIARDINO SPOERRI Appuntamento dei partecipanti alle ore 05:00. Incontro con il pullman e partenza per il MONTE AMIATA. Sosta lungo il percorso per ristoro: Arrivo, incontro con la guida e visita: ARCIDOSSO, come tutti i borghi dell’Amiata, sorge al margine delle grandi foreste di castagno e di faggio. Il centro storico dall’imponente aspetto turrito è dominato dalla Rocca Aldobrandesca. All’interno del centro storico troviamo altre importanti testimonianze come la chiesa di S. Niccolò e la chiesa di S. Leonardo. Sulla strada di Arcidosso, nel territorio di Monte Laterone, si può ammirare la Pieve di Santa Maria ad Lamulas eretta nel XII sec. Sull’altare si conserva la statua lignea della Vergine col bambino attribuita a Jacopo della Quercia. SANTA FIORA: è il capoluogo storico dell'Amiata, il più austero, il più integro. Arroccato su una rupe di trachite che domina la sorgente del Fiora le cui acque si raccolgono nella suggestiva Peschiera. Il paese ed il suo territorio hanno conosciuto il dominio plurisecolare degli Aldobrandeschi e degli Sforza. Le formazioni rocciose hanno rappresentato per secoli un baluardo naturale di difesa. Un dedalo di vicoli pittoreschi compone i terzieri storici di Borgo, Castello e Montecatino. Sulla Piazza principale si affacciano i resti della Rocca Aldobrandesca, la Torre dell’Orologio, il Palazzo Sforza che conserva al suo interno due cicli di pitture murali gotiche. CASTELDELPIANO: fu patria della famiglia Nasini pittori attivi tra la metà del seicento e la metà del settecento e autori di opere conservate in tutti gli angoli dell’Amiata. Sulla piazza detta della Madonna, si affaccia la Chiesa dell’Opera il cui interno, a croce latina movimentato da dieci cappelle, è un autentico Museo dei Nasini. All’interno del borgo medievale interessanti strutture antiche come il Palazzo Pretorio, la Loggia del Mercato, La Chiesa di S. Leonardo. IL GIARDINO DI DANIEL SPOERRI è una grande attrazione per tutti gli appassionati d’Arte Contemporanea,.Parco Artistico di rilevanza internazionale, iniziato nel 1991, dal grande artista di origine rumena e cittadinanza svizzera, Daniel Spoerri, dopo aver vissuto in tante altre parti del mondo, Daniel Spoerri approda sull’Amiata e qui decide di dar vita a questo suo nuovo progetto. Il Giardino, in continua evoluzione, si estende su 15 ettari di area prativa e boschiva, ospita attualmente al suo interno 105 opere realizzate da Daniel Spoerri e da altri 50 artisti contemporanei considerati tra i più importanti nel mondo. Un percorso artistico perfettamente integrato nel paesaggio, un luogo sorprendente e suggestivo. In serata sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
2° Giorno – RADICOFANI / ABBADIA SAN SALVATORE / PIANCASTAGNAIO / BAGNI SAN FILIPPO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Guida per le visite. Su di un colle un colle, sorge una delle più spettacolari fortezze toscane, nonché quella che fu per secoli una delle piazzeforti più importanti d’Italia: RADICOFANI. La Rocca appare da decine di chilometri di distanza, e sembra incombere sul borgo, da cui ha controllato per secoli il confine tra il Granducato di Toscana e lo Stato Pontificio. Il monumento più notevole dell’antico borgo è la chiesa romanica di San Pietro, l’interno, con i suoi bassi archi gotici, conserva una splendida collezione di terrecotte robbiane e di statue lignee.. Alle spalle della chiesa c’è un piazzale con magnifico panorama. ABBADIA SAN SALVATORE: è il più popoloso centro dell'Amiata, e sorge a pochi chilometri della sua vetta. Il paese deve il nome alla famosa abbazia fondata nel 743 da Erfo, di nobile famiglia longobarda. Interessanti, oltre alla abbadia, il museo minerario. Nel piccolo comune si estraeva infatti il cinabro, minerale da cui si ricavava il mercurio, ed oggi le miniere chiuse sono diventate un affascinante museo. Si può dire che questi due monumenti, l'abbazia e la miniera, rappresentano i due poli principali attorno ai quali ha ruotato la storia del paese. PIANCASTAGNAIO: è un antico borgo arroccato su un ripiano che domina la valle del Paglia e la Cassia, il borgo è difeso da poderose mura medievali e da rupi naturali di trachite. Il monumento più imponente è la Rocca Aldobrandesca, la Pieve di Santa Maria Assunta e il Palazzo Bourbon del Monte..Passeggiata a BAGNI SAN FILIPPO: Qui il panorama aperto e solare di colline con vasti campi coltivati a cereali, punteggiati da cipressi cede il posto ai fitti ed ombrosi boschi del Monte Amiata. La notorietà del luogo si deve al copioso flusso di acque termali che emerge dalle profondità di un vulcano estinto. Una risorsa naturale nota ed apprezzata da millenni e di cui oggi si possono godere i benefici tra le cascatelle del Fosso Bianco, il torrente che scorre nel bosco di conifere che fiancheggia l'abitato. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 210,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel tre stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla prima colazione del 2° giorno - Le bevande alla cena – Guida per le visite, come da programma - Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 10,00



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |