TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
Splendide Dolomiti ad “Un passo dal cielo” : BRUNICO – LAGO BRAIES – DOBBIACO - LAGO DI MISURINA – CORTINA D’AMPEZZO - LONGARONE

2 giorni
5 settembre 2020 - 6 settembre 2020

Programma

05/09/2020 – PARTENZA / BRUNICO / LAGO BRAIES / DOBBIACO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 01:00. Incontro con il pullman e partenza alla volta di BRUNICO. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo a BRUNICO e passeggiata. La cittadina, con i suoi 15.000 abitanti, ha molto di più da offrire di un semplice cappuccino. Il centro storico è tra i più belli in Alto Adige! Ad ogni angolo, lungo gli antichi vicoli, si possono ammirare scorci della storia e della cultura dell’Alto Adige. La città medievale ha mantenuto, tuttavia, un cuore giovane: in nessuna altra località dell’Alto Adige ci sono così tanti giovani sotto i 30 anni - questo dipende anche dal fatto che Brunico ospita una rinomata Università, conta diversi locali notturni e riesce a miscelare in modo interessante la tradizione con una vena più moderna. Highlight della città di Brunico è la Via Centrale che è famosa per essere tra le più conosciute vie per lo shopping in Alto Adige. Affascinanti i colori delle facciate di età medievale, che accompagnano con allegria chi passeggia tra i negozi. Lago di Braies: principale location di “un passo dal cielo”, un laghetto alpino che era lì da millenni prima che la troupe televisiva lo scoprisse e restasse abbagliata dalle sue acque di colore verde smeraldo. C'è chi l'ha definito “perla dei laghi alpini”, chi “paradiso naturale delle Dolomiti”. Gli appellativi evocano tutti un paesaggio incantato, quasi fiabesco che, solo se lo si è visto di persona, si può comprendere. La capanna di legno dove si noleggiano le barche nella fiction è la palafitta. Deliziosa la passeggiata di circa un'ora sul sentiero che costeggia le rive, tra boschi di abeti e scorci di acque e monti. SAN CANDIDO, il cui centro storico, la piazza, il municipio e la chiesa sono le location di molte scene della fiction; è caratterizzata da un centro storico pedonale, ideale per lo shopping e per il passeggio, circondata dalle cime maestose del gruppo Baranci. DOBBIACO, la più antica e tra le più importanti di tutto il Tirolo. Allo sbocco della Valle di Landro, la cittadina divenne tra Otto e Novecento uno dei luoghi di villeggiatura preferiti dall'aristocrazia e dalla borghesia asburgiche. Interessante d’estate sia d’inverno, Dobbiaco è una delle cittadine più belle delle famose Tre Cime di Lavaredo. Un luogo d’altri tempi, che ospita particolari strutture come ad esempio la Roter Turm edificata nel 1430, così chiamata per via delle pareti esterne dipinte di tale colore scuro rossastro. Si rimane affascinati dal Castel Herbstenburg, una struttura imponente, difesa da alte mura merlate, costruito su di un antico torrione risalente al Medioevo. In serata trasferimento in Hotel (zona Cadore), cena e pernottamento.

06/09/2020 – LAGO DI MISURINA / CORTINA D’AMPEZZO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Mattinata dedicata alla visita di: Grazie alle sue acque cristalline e alle montagne imponenti che lo circondano, il Lago di Misurina è anche soprannominato la “Perla del Cadore”. Oltre al Piz Popena, al Cristallino d'Ampezzo, al Monte Piana, alle Marmarole e al Sorapiss, a far da sfondo a questo lago glaciale troviamo anche le maestose Tre Cime. Le vette imponenti delle Dolomiti, i fitti boschi e il paesaggio da sogno hanno ispirato tante leggende che hanno per protagonista questo lago glaciale. CORTINA D’AMPEZZO, definita da tutti la perla delle Dolomiti; poche località alpine possono vantare una concentrazione così elevata di montagne famose e straordinariamente belle come Cortina. Sì, perché dalla Conca d’Ampezzo ovunque si volge lo sguardo, sopra il verde dei boschi si vedono montagne, montagne e ancora montagne. E che montagne! Adagiata a 1224 metri di quota in fondo alla Valle del Boite, la rinomata località turistica occupa la porzione più settentrionale della provincia di Belluno, è circondata da una corona di gruppi montuosi che non ha davvero eguali! Partenza per LONGARONE, e visita alla diga del VAJONT, tristemente nota per la tragedia avvenuta nel 1963. Visita guidata per approfondire la storia dell’intera vicenda e vi farà conoscere i luoghi simbolo del disastro del Vajont, alcuni nascosti, altri segreti dove entrare in punta di piedi. Assaporare la vita antica delle praterie che si affacciano ai paesi di Erto e di Casso, immaginare i lavori di un tempo, la semplicità dei luoghi. Vedere quello che resta del lago e il continuo lavoro della natura che sembra voler lenire queste cicatrici storiche facendo crescere piante, alberi e fiori preziosi sulle pendici del Monte Tóc e sulla frana. Luoghi di memoria che, insieme ai racconti delle guide diventeranno metafore di indignazione sulle quali riflettere per capire, per non dimenticare. Partenza per il rientro. Sosta per la cena libera. Arrivo.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 220,00
LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo – Sistemazione in Hotel tre stelle in camere doppie con servizi privati – Trattamento di mezza pensione dalla cena del 1° giorno alla prima colazione del 2° giorno - Le bevande alla cena – Guida per La visita di Longarone - Capogruppo
LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pranzi – Eventuale tassa di soggiorno da saldare in loco – Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”
Supplemento camera singola: € 25,00
ASSICURAZIONE MEDICA E BAGAGLIO € 10,00



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |