TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
GRECCIO: il primo presepe del mondo - FONTECOLOMBO: il Sinai Francescano - RIETI: l'ombelico d'Italia

1 Giorno - San Francesco nella valle Reatina
20 dicembre 2020

Descrizione

Appuntamento dei partecipanti ore 06:00 a Macerata e a seguire altre località su richiesta. Incontro con il pullman e partenza alla volta di FONTECOLOMBO. Arrivo, incontro con la guida e visita. Nella parte più nascosta di un bosco di lecci secolari, sulla costa del verdissimo Monte Rainiero, si adagia il Santuario di Fontecolombo. Come ci dice l’Anonimo Reatino è il “Sinai Francescano”, è, infatti, il monte scelto da San Francesco per stilare la Regola definitiva del suo Ordine. Qui tutto è sacro: gli edifici e il bosco stesso, perché racchiude il Sacro Speco, la grotta naturale in cui Francesco scrisse la Regola del suo Ordine. E’ sicuramente testimoniato a Fontecolombo tra la primavera e l’estate del 1223, intento alla redazione della Regola definitiva da lasciare ai suoi fratelli. Probabilmente la Regola venne stesa in una grotta sopra la quale oggi sorge la cappella di San Michele. La presenza di San Francesco a Fontecolombo è legata anche alla cura della terribile malattia agli occhi che lo afflisse alla fine della sua vita: subì una terribile operazione, per guarire gli vennero incise con un ferro tutte le vene dall’orecchio al sopracciglio. Le pagine delle fonti francescane sono profondamente ispirate nel narrare l’arrivo del medico, il dialogo di San Francesco con il fuoco con il quale il medico scaldava il ferro, l’emozione e la fuga dei frati all’inizio del terribile intervento, e il miracolo che gli permise di non sentire dolore. Trasferimento a GRECCIO. Insignito del titolo “borghi più belli d’Italia”, Greccio, ameno borgo in provincia di Rieti, riserba al visitatore una infinità di bellezze e un patrimonio artistico e culturale di rara intensità. Ma oltre che avere un profondo significato religioso, questa perla della rigogliosa Sabina, è anche luogo ove tradizioni e folclore consentono di tornare indietro nel tempo, riscoprendo antichi sapori. Con una superba vista panoramica sulla vasta e lussureggiante pianura e sulle montagne Sabine che la circondano, Greccio, è placidamente adagiato a poco più di settecento metri alle falde del Monte Lacerone, è un luogo così particolare che perfino San Francesco ne venne colpito. Non a caso, Greccio è celebre per il santuario fondato dal santo e per essere il luogo ove San Francesco diede vita al primo presepe. L'antico borgo medievale conserva intatta la sua struttura, tipica di un "castrum" fortificato, nella quale spiccano i resti del Castello. Visita del Santuario: conosciuto in tutto il mondo come la Betlemme Francescana, è un poderoso complesso architettonico che sembra sorgere dalla nuda roccia, qui Francesco si ferma più volte e nel 1223 volle celebrare il natale del Signore, il punto centrale è la Grotta del Presepe, dove Francesco realizzò il primo Presepe del mondo e dove gli affreschi di scuola giottesca ci raccontano l’evento. Si prosegue la visita ammirando il posto dove Francesco dormiva con i sui frati e poi si sale verso il Dormitorio ligneo di San Bonaventura; si accede quindi al'antica chiesina del 1228, prima chiesa dedicata a s. Francesco dopo la sua canonizzazione, uscendo si potrà ammirare una tela con l’immagine del poverello di Assisi. Visita alla mostra permanente dei presepi. Proseguimento per RIETI, splendida cittadina, ubicata nel bel mezzo di una spettacolare valle, ricca di storia e dove il paesaggio è incantevole, affonda le sue radici in tempi lontani. La storia di Rieti è ricca di eventi, che hanno contribuito a far crescere a dismisura il ruolo di questo importante centro urbano in quella che è la Valle Reatina. Visite: la cinta muraria medievale (originaria del XIII secolo) è merlata e munita di torri; la cattedrale di Santa Maria, il portico del palazzo papale, piazza San Rufo considerata l’ombelico d’Italia, Via Roma, l’antica via Salaria, con i suoi bei palazzi tra cui spicca Palazzo Vecchiarelli, disegnato dall’architetto Cralo Maderno, ecc.. Proseguimento della passeggiata alla scoperta dei presepi monumentali. Verso le ore 19,00 inizio del viaggio di ritorno. Sosta per la cena libera, Arrivo.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 pax) € 60,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Guida per tutte le visite - Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: I pasti – Tutto quanto non indicato alla voce “La quota comprende”



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |