TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
IL GIARDINO DI NINFA, un'oasi naturalistica unica al mondo - CASTELLO CAETANI di Sermoneta - ABBAZIA DI VALVISCIOLO

1 GIORNO
11 aprile 2021

PROGRAMMA

Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:30. Incontro con il pullman e partenza alla volta di NINFA. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e visita. IL GIARDINO DI NINFA è stato classificato dal NEW YORK TIMES tra i più belli e romantici giardini del mondo e dalla Regione Lazio Monumento Naturale. Ai piedi della bastionata su cui sorge il paese, è il suggestivo insieme delle rovine di Ninfa, immerse in una folta vegetazione; della città medioevale, abbandonata nel ‘600 a causa della malaria, rimangono resti delle mura, avanzi di case e di chiese e il castello specchiatesi in un suggestivo laghetto; sulle acque del fiume Ninfa è il ponte Marcello. Il giardino di Ninfa è stato definito un giardino all’inglese, ma questa definizione appare insufficiente a chiarirne l’unicità; il giardino di Ninfa è il trionfo del giardino romantico, reso possibile grazie alla magia del luogo, alle sorgenti d’acqua, al clima e alla presenza delle rovine del villaggio medievale di Ninfa. Il giardino unisce arte, e natura, in una combinazione unica spesso contrastante che, tuttavia, non può non considerare che gli attori principali del giardino sono le piante, esseri viventi ancorati al terreno. NINFA è un bene naturale e culturale non ripetibile, da tutelare e preservare. Le visite sono esclusivamente guidate e a tempo, per alleviare l’impatto che l’uomo naturalmente ha nei confronti della natura. Negli otto ettari di giardino s’incontrano 1300 specie botaniche. Si possono ammirare ben diciannove varietà di magnolia decidua, betulle, iris acquatici e diversi aceri giapponesi. Spettacolari anche i ciliegi ornamentali che fioriscono in primavera, i meli e l’albero dei tulipani. Tantissime le varietà di rose che si arrampicano sugli alberi e sulle rovine, lungo il fiume e i ruscelli, rendendo particolarmente romantico questo luogo. Da ammirare anche le piante tropicali come l’avocado, la gunnera manicata del Sud America e i banani. Trasferimento a SERMONETA: Posta alle pendici dei Monti Lepini, Sermoneta è uno tra i borghi medievali più belli del Lazio e d’Italia. Vi si accede per una tortuosa strada che sale direttamente dalla Pianura Pontina, offrendo man mano panorami sempre più ampi: il paese appare d’un tratto bellissimo, completamente circondato da poderose mura e tutto arroccato, sul suo colle d’ulivi, attorno ad un imponente castello. Visita del CASTELLO CAETANI: si erge maestoso sul paese di Sermoneta dominando l’intera Pianura Pontina. Costruito agli inizi del 1200 dagli Annibaldi, si arricchì nel tempo di opere di difesa che dovevano renderlo quasi inespugnabile. Conobbe assalti e guerre, ospiti famosi come Lucrezia Borgia che ne fu “padrona” quando Papa Alessandro VI Borgia espropriò i Caetani e momenti di pace festosa. Il castello è certamente uno dei monumenti tra i più integri dell’antica architettura medievale del Lazio e dell’Italia. Alla Fondazione Roffredo Caetani è affidata la sua custodia e conservazione del Castello e dei Giardini di Ninfa. Della rocca costruita dagli Annibaldi, rimangono solamente il Maschio e la controtorre detta Maschietto che dominano una corte quadrangolare (Piazza D’Armi). Il resto fu demolito dagli stessi Caetani quando ricostruirono la Sala dei Baroni modificata poi dai Borgia e il contiguo edificio detto “Casa delle Camere Pinte”. ABBAZIA DI VALVISCIOLO: arrivando nel piazzale antistante quest’Abbazia, edificata in rigoroso stile romanico-cistercense, resterete sorpresi dall’imponenza e dalla bellezza, trattandosi di uno dei massimi capolavori del genere, dopo l’abbazia di Fossanova. L’abbazia è ubicata in una piccola valle per tradizione medievale detta “dell’usignolo”. Affacciandosi dall’ampia terrazza-giardino, da dove si domina con lo sguardo l’agro pontino fino al mare, non sarà difficile emozionarsi. La tradizione vuole che questa abbazia sia stata fondata da monaci greci e sia stata occupata e restaurata dai Templari e quando questo ordine venne disciolto subentrarono i Cistercensi. Alle ore 18:00 circa, inizio del viaggio di ritorno. Sosta lungo il percorso per la cena libera. Arrivo. Fine dei servizi.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (Min. 30 Pax) € 70,00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman Gran Turismo –– Guida intera giornata - Capogruppo.

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – I pasti – Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”



 







       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT67T0311113474000000005526 - UBI Banca S.p.A. - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |