TORNA ALLA HOME-PAGE





 
      chi siamo  |   contattaci
La strada del prosecco da Conegliano a Valdobbiadene: CASTELFRANCO VENETO - ASOLO - POSSAGNO - ABBAZIA DI FOLLINA - VITTORIO VENETO - TREVISO

CAPODANNO NELLE TERRE DI TREVISO
30 dicembre 2021 - 1 gennaio 2022

PROGRAMMA

30/12/2021 – PARTENZA / ASOLO / POSSAGNO / CASTELFRANCO VENETO
Appuntamento dei partecipanti alle ore 04:30, a MACERATA, a seguire località su richiesta. Incontro con il pullman e partenza alla volta del Veneto. Sosta lungo il percorso per ristoro. Arrivo, incontro con la guida e giornata dedicata alle visite: ASOLO: è spesso definito come la "Perla del Trevigiano" o la "città dai cento orizzonti". Visibili da lontano, troneggiano i ruderi della fortezza Rocca a picco sulla pittoresca città collinare. Numerosi artisti, scrittori, attori e capi di stato usarono e usano ancora il piccolo paese come fonte d’ispirazione e di rilassamento. Non sorprende quindi che intorno alla città è pieno di ville storiche e sontuose tenute di campagna. Tutt’oggi la pittoresca cittadina con le sue favolose viuzze, i giardini profumati e lo scenario di montagna mozzafiato, è un paradiso per i romantici. Nella cattedrale di Santa Maria di Breda, costruita sulle fondamenta di un complesso termale romano, vi è un capolavoro di Lorenzo Lotto: la pala d’altare "L'apparizione della Vergine". POSSAGNO: Il Canova, scultore e pittore, massimo interprete del neoclassicismo tra la fine del 1700 e l'inizio del 1800 è nato a Possagno, e qui ebbe la sua prima formazione. Non dimenticò mai il suo paese di origine e volle edificare una nuova Chiesa nelle pure forme di un Tempio Greco dove ora è sepolto e conservare in una Gipsoteca appositamente costruita, tutti i bozzetti ed i modelli in gesso delle sue opere finite poi nel marmo. Per ospitare tutte queste collezioni, Sartori decise di edificare una Galleria, per permettere a tutti i visitatori, gli studiosi e gli appassionati di arte di ammirare tutte assieme i capolavori di Antonio Canova. CASTELFRANCO, lega indissolubilmente la sua storia alla strategica posizione nel Veneto centrale, città murata per sua stessa definizione, conserva quasi integralmente la cinta muraria alta circa 17 metri e lunga circa 230 per lato; all’interno delle mura, vi è un monumento di forte interesse: il Duomo che accoglie la famosa Pala del Giorgione intitolata “Madonna col bambino” che qui è nato. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

31/12/2021 – CONEGLIANO E LA STRADA DEL PROSECCO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Giornata dedicata alle visite con guida. LA STRADA DEL PROSECCO, PATRIMONIO UNESCO: celebre percorso che si snoda da Conegliano a Valdobbiadene. Soste a: San Pietro di Feletto, dove meritano attenzione gli affreschi romanico-bizantini, recentemente restaurati. Sulla facciata della chiesa, un curioso Cristo della Domenica, autentica rarità. Molinetto della Croda, un angolo suggestivo, nella valle del fiume Lierza, si tratta di un antico mulino ad acqua, risalente circa al XVI secolo; l’edificio fu costruito a più riprese e le fondazioni della primitiva costruzione poggiano sulla nuda roccia, appunto la ‘croda’ della montagna. VALDOBBIADENE, dove il tragitto si conclude, visitando la piazza principale, arricchita da edifici neoclassici, poco distante dalla Chiesetta di San Gregorio, spesso utilizzata per eventi musicali data la sua ottima acustica, risalente al Seicento. Un percorso davvero intrigante! CONEGLIANO. Immersa nelle terre del famoso vino Prosecco, sorge Conegliano, la città natale del pittore Giambattista Cima, scrigno di bellezze architettoniche e artistiche. Emblema dell'eredità medievale è il Castello con la ben conservata Torre della Campana. Il Duomo, con l'originale facciata affrescata, assieme all'annessa Sala dei Battuti, rappresenta il simbolo religioso e artistico della città e qui è conservata la pala d'altare "Madonna col Bambino e angeli" opera del maestro Cima. L'antica Contrada Grande, è il fulcro dell'eleganza rinascimentale, con la schiera di palazzetti signorili ricchi di affreschi e decorazioni in pietra scolpita. Su piazza Cima si affacciano il Palazzo del Municipio, il Teatro dell'Accademia, della metà dell'Ottocento, e Palazzo Da Collo, edificio cinquecentesco. In serata rientro in Hotel. CENONE di Capodanno. Pernottamento.

01/01/2022- VITTORIO VENETO / TREVISO / RIENTRO
Prima colazione in Hotel. Pranzo in ristorante. Guida per la visita di: VITTORIO VENETO, protagonista della battaglia conclusiva della Grande Guerra, tanto che la memoria qui rimanda sempre ad essa. Il comune fu creato unendo le due città di Ceneda e Serravalle come omaggio a Vittorio Emanuele II, sotto cui nel 1866 venne unificata l'Italia. Vittorio Veneto sorge in prossimità delle Prealpi Trevigiane, in un luogo che nella preistoria era un vasto ghiacciaio. Ceneda fu un importante ducato longobardo nel VI secolo, per poi divenire sede vescovile . Serravalle venne tenuta in grande considerazione dai Romani per la sua posizione strategica di passaggio verso il Cadore. Nel Medioevo e per tutto il Rinascimento si distinse invece per la fabbricazione delle armi e la lavorazione di tessuti quali la lana e la seta. Oggi il volto è quello più suggestivo ed elegante, costellato di antichi palazzi quattrocenteschi e strade porticate. TREVISO: è una città da visitare in ogni stagione, con il passo lento di chi vuole assaporarne ogni angolo, scoprire scorci originali, respirare la tranquilla vita cittadina. Cuore della città e luogo di incontro dei trevigiani è piazza dei Signori con il suo Palazzo dei Trecento e l'elegante Loggia Dei Cavalieri. I due fiumi, Sile e Cagnan, s'insinuano tra le vie e donano un fascino unico al centro storico racchiuso dalle antichissime mura. Le case porticate con le belle facciate affrescate che si riflettono sul canale dei Buranelli e l'Isola della Pescheria, creata nel fiume Cagnan per ospitare il mercato del pesce, raccontano lo stretto legame di Treviso con le sue acque. Verso le 17:30 partenza per il rientro.

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE: (min. 35 pax) € 480.00

LA QUOTA COMPRENDE: Viaggio in pullman gran turismo – Sistemazione in Hotel 3 stelle in camere a 2 letti con servizi privati – Trattamento di pensione completa dalla cena del 30/12 al pranzo del 01/12 – CENONE DI CAPODANNO - Le bevande ai pasti – Guida per tutte le visite, come da programma – Capogruppo

LA QUOTA NON COMPRENDE: Gli ingressi nei musei e nei luoghi di visita – Il pranzo del primo giorno e la cena del terzo - Eventuale tassa di soggiorno, da saldare in loco - Tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

Supplemento camera singola: € 70,00

ASSICURAZIONE MEDICA, BAGAGLIO e PROTEZIONE COVID € 20,00

DOCUMENTO. Carta di identità e green pass



 






       newsletter
nome utente
password

       informazioni utili





       Ospitalità italiana
© 2008 C.M. viaggi S.r.l. Tutti i diritti riservati - Partita IVA 00661560433
IBAN IT13R0306913408100000002612 - Intesa Sanpaolo - Filiale di Macerata
        note legali   |   policy   |